venerdì 21 dicembre 2012

FIBAt : Trofeo Open Deadlift 2013

La competizione si è felicemente conclusa. Vuoi conoscere i risultati? Visita Bodymemory e consulta il post dei risultati.

---------

La F.I.B.At. ha annunciato per il 10 Febbraio 2013 la nona edizione del Trofeo Deadlift Open di Stacco da Terra



F. I. B. At. Federazione Italiana Biathlon & Atletica pesante 


presenta



“DEADLIFT 2013” 9^ edizione del trofeo open di stacco da terra

domenica 10 febbraio 2013


PROGRAMMA:

dom. 10 febbraio - Roma - c/o palestra “Center Line”, v.le Medaglie d’Oro 83 (zona Prati/Trionfale) 

ore 8.30/10.00 : ritrovo, operazioni di peso corporeo e controllo materiale di gara,

ore 10.15: presentazione ufficiale della manifestazione,

ore 10.30: inizio gara con il sistema dei rounds. 

REGOLAMENTO - vige il sotto riportato regolamento FIBAt per la prova di stacco da terra. 

1) la gara consta di tre prove singole per ciascun concorrente e sarà presa in considerazione la migliore delle alzate giudicate valide;
2) l’atleta, chiamato in pedana, si posiziona di fronte al bilanciere collocato orizzontalmente per terra, impugna lo stesso con entrambe le mani in qualsiasi punto di suo gradimento; il tempo limite di 1’ decorre dall’annuncio di “bilanciere pronto” e termina nel momento in cui ha inizio l’alzata; 
3) è permesso, prima della tirata, far rotolare il bilanciere o strattonarlo ripetutamente al fine di un assetto corretto, purchè tali movimenti non siano interpretati dagli arbitri come un tentativo di alzata interrotto o fallito; 
4) l’atleta inizia l’alzata senza attendere alcun segnale arbitrale e la termina raggiungendo la posizione eretta, con gambe e braccia ben stese, ginocchia serrate e le spalle indietro; 
5) al termine dell’alzata il giudice, allorquando il bilanciere sarà stato giudicato immobile, darà un udibile segnale di “giù” e soltanto allora il bilanciere stesso potrà essere riportato a terra accompagnandolo fino al contatto con il suolo; il comando di “giù” potrà essere pure impartito allorché l’atleta dovesse trovarsi in una posizione di stallo che si protragga per un tempo ritenuto pericoloso a giudizio del capo pedana;
6) sono cause di nullità dell’alzata:
- non stendere le ginocchia alla fine del sollevamento (rosso),
- non assumere una posizione eretta con le spalle spinte indietro (rosso),
- appoggiare il bilanciere sulle cosce o flettere le stesse per posizionarle al di sotto (blu),
- qualsiasi movimento discendente del bilanciere prima del “giù” arbitrale (blu); non è considerato tale l’assestamento del bilanciere mentre vengono spinte indietro le spalle; non è altresì considerato fallo la vibrazione delle gambe o del corpo quando il bilanciere passa le ginocchia, 
- camminare avanti, indietro o lateralmente (giallo),
- abbassare il bilanciere prima del segnale del capo pedana (giallo),
- non mantenere la presa di entrambe le mani mentre si porta il bilanciere a terra (giallo). 
7) tra una prova e l’altra devono esserci almeno kg.2,5 di differenza in aumento. In caso di prova nulla l’alzata può essere ripetuta (sempre nel limite delle tre prove) ma il carico non può diminuire.

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA
Trattandosi di gara promozionale, l’uso dell’apposito corpetto da stacco o da squat nonché delle fasce alle ginocchia è consentito solo a coloro che intendano rientrare nella categoria riservata a “the specialist” (vd. poi).
Non è ammesso - per tutte le categorie o classi - l’utilizzo di cinghie o ganci avvolti o fissati al bilanciere ne quello di fasce, bende, elastici o guanti avvolgenti o coprenti anche parzialmente le mani; è permesso a tutti avvalersi dei polsini e della cintura di protezione dei fianchi, purchè del tipo regolamentare visionato ed approvato in sede di operazioni di peso.
Per una adeguata valutazione della prova, è obbligatorio indossare un indumento aderente tra quelli previsti dal regolamento FIBAt (es. body, singlet, pantacollant, calzoncini ciclisti, salopette), anch’esso – come il corpetto degli “specialists” – soggetto ad approvazione all’atto del peso.
Per gli atleti della categoria “specialist” sono altresì obbligatori i calzettoni lunghi al ginocchio. 
L’inosservanza di tutte le norme regolamentari sopra descritte in ordine allo svolgimento della gara, all’esecuzione dell’esercizio ed all’equipaggiamento comporterà la nullità della prova.
Per quanto non specificato nei paragrafi precedenti, fa fede il menzionato regolamento FIBAt per la prova di stacco da terra e, laddove colà espressamente richiamate, le norme del powerlifting in uso in ambito internazionale. 

CATEGORIE 
sono previste le categorie e classi di età di seguito specificate. Le classifiche relative a ciascuna di esse saranno stilate sulla base dei coefficienti della tabella Wilks, che saranno affissi il giorno della gara . 

femminili - 3 categorie solo raw (senza l’uso di attrezzatura specialistica, quali corpetto e fasce):
juniores (1990 e succ.vi), seniores (nate tra l’89 e il ’74), master (’73 e prec.ti); 

maschili - 8 categorie raw:
cadetti (’95 e succ.vi),
juniores (nati tra il ’94 e il ’90), 
seniores (nati tra l’89 e il ’74) divisi in 3 categorie, -74 kg., -93 kg., oltre 93kg.,
master I (nati tra il ’73 e il ’64),
master II (nati tra il ’63 e il ’54),
master III (nati nel ’53 e precedenti); 

“specialists” – con l’attrezzatura speciale di supporto (corpetto da stacco o squat regolamentare): 
maschili, divisi in 3 categorie: -74kg., -93kg., oltre 93 kg.;
femminili: categoria unica. 

Gli atleti di livello internazionale assoluto, che abbiano vestito la maglia azzurra nel corso di Campionati internazionali open o abbiano altresì conquistato un titolo italiano individuale nella propria categoria di peso, in occasione di Campionati Assoluti di powerlifting o in Campionati di specialità di stacco, sono pertanto invitati - indipendentemente dall’utilizzo dell’attrezzatura - a gareggiare nella categoria “ the specialist”, al fine di rispettate il criterio di promozionalità peculiare delle altre classifiche.
Similmente, i vincitori delle classifica assoluta maschile raw delle precedenti edizioni del Trofeo Deadlift dovranno gareggiare nell’apposita categoria specialist, indipendentemente dall’uso dell’attrezzatura.
Tutti gli atleti iscritti nelle categorie “specialists” saranno premiati con medaglia. 



CLASSIFICHE e PREMIAZIONI 
All’interno di ciascuna delle categorie menzionate si procederà alla premiazione dei primi 3 atleti classificati. Le premiazioni relative alle categorie raw come sopra distribuite e alle categorie specialist non sono cumulabili tra loro; pertanto gli atleti dovranno esercitare la relativa opzione in sede di iscrizione sulle modalità con cui intendono partecipare alla competizione.

Saranno inoltre stilate 4 classifiche assolute mediante tabella Wilks:
generale maschile raw, generale femminile raw, generale maschile specialist e generale femminile specialist. 
All’atleta che avrà totalizzato il punteggio wilks più elevato (miglior prestazione relativa) in ciascuna classifica assoluta sarà assegnato l’ormai celebre “Trofeo Deadlift”.
E’ inoltre previsto un premio speciale per la massima alzata maschile e femminile, prescindendo dal coefficiente wilks (miglior prestazione assoluta). 

Saranno altresì premiate con coppa le prime 5 squadre classificate, sulla base dei 6 migliori punteggi realizzati da ciascun team, in qualunque categoria o classe con i propri atleti, secondo i criteri di premiazione a squadre previsti nel regolamento FIBAT dallo scorso anno per le gare di stacco da terra, ossia: per ogni categ. o classe: 10 p. al 1° cl.to, 8 al 2°cl.to, 6 al 3°, 4 al 4°, 2 al 5° e 1 punto per ogni piazzamento successivo al 5° posto; riceveranno un riconoscimento tutte le squadre in gara, purchè partecipanti con almeno 3 atleti formalmente iscritti all’atto delle prenotazioni (10 gg. prima) e regolarmente classificati.

ISCRIZIONI e PRENOTAZIONI:


CONTATTARE L'ORGANIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE




IMPORTANTE – L’Organizzazione si riserva di comunicare in tempi consoni e negli spazi usuali - forum, avvisi postali e pagina facebook della Selezione Atletica Pesante - le eventuali variazioni di programma, modifiche tecniche, integrazioni di premi o ulteriori rettifiche che, per ragioni logistiche, pratiche o di opportunità, si rendessero necessarie anche in relazione alla situazione generale che dovesse delinearsi una volta decorso il termine delle prescrizioni.



Nessun commento:

Posta un commento